slide1 slide2slide1

I nostri punti di forza

  • icon

    Separazione Consensuale

    La separazione legale autorizza i coniugi a vivere separatamente ed é il passo preliminare necessario per poter poi divorziare.
    Marito e moglie, accordandosi su ogni questione, firmano un ricorso congiunto in cui espongono le condizioni concordate, sia quelle patrimoniali che quelle relative ai figli.
    La procedura prevede una sola udienza davanti al giudice, e da quella data decorre il periodo di tre anni per poter poi chiedere il divorzio.

  • icon

    Divorzio Congiunto

    Decorsi tre anni dalla separazione i coniugi possono richiedere congiuntamente il divorzio. Nel divorzio congiunto i coniugi firmano un ricorso in cui possono confermare, modificare o annullare le condizioni gia' omologate con la separazione. Depositato il ricorso, verra' fissata l'udienza dove i coniugi compariranno con l'avvocato. Dopo pochi giorni il giudice depositera' la sentenza, ponendo ufficialmente termine agli effetti civili del matrimonio.

icon Il nuovo divorzio "fai da te"

C'è molta confuzione sulle informazioni diffuse dai medi e su internet. Quel che è certo è che, ad oggi, in Italia non esiste ancora il "divorzio breve", in quanto il relativo disegno di legge e' fermo in Parlamento. Quindi, oggi chi vuole divorziare in Italia deve ancora attendere i tre anni di separazione.
Tuttavia il D.L. 132/2014 ha introdotto nuove forme di separazione e divorzio, tra cui la separazione/divorzio "fai da te" e la "negoziazione assistita".

Chiudila a partire da 350 euro!

icon

Divorzio Veloce all'estero

  • twitter
  • facebook
  • linkedin
  • flickr
  • delicious
  • vimeo
  • digg
  • yahoo
  • rss
  • deviantart